New Life Palestra

Esperti in attività motoria, sport, benessere e salute

051 980958
Via XXV Aprile 30/A Crevalcore
Lun - Ven 8.00 - 21.00, Sab 8.30 - 13.00
Seguici
Image Alt

Palestra New Life di Stefano Forni

KINESIOFOBIA – UN OSTACOLO DA SUPERARE

❗QUELLO CHE NON VI DICONO❗
📋Rubrica giornaliera.
🌫️Mese di Novembre .
🎥 Articoli e Video nei quali Vi racconteremo la verità sul mondo del fitness e della palestra, sfateremo miti e faremo informazione.
.
11 Novembre:
⚠️ KINESIOFOBIA – UN OSTACOLO DA SUPERARE ⚠️
📚 Sebbene i benefici dell’esercizio siano supportati dalla letteratura scientifica per quel che riguarda la gestione del dolore cronico, le persone sono restie nel prendere in considerazione questo trattamento attivo poichè mettono in atto una serie di comportamenti evitativi dovuti alla paura del movimento, o kinesiofobia. Tale termine va inteso come “una paura intensa e irrazionale nell’esecuzione di un movimento, dovuta ad una sensazione di vulnerabilità rispetto ad un episodio doloroso o a un re-infortunio” (1)
🔎 Per capire quanto questo aspetto psicologico vada ad influenzare la quotidianità dei soggetti kinesiofobici, basti sapere che questi si muovono in maniera diversa rispetto ai sani, cercando di preservare la zona lombare, con movimenti più lenti, poco variabili e con maggiore rigidità (2). Se parliamo di lombalgia questo atteggiamento evitativo porterà ad avere una schiena meno sana, meno versatile, forte e mobile.
💡Le strategie da adottare con questo tipo di pazienti sono descritte in letteratura ed una di queste è quella dell’esposizione graduale (3). A tale scopo possiamo chiedere alla persona di stilare una lista delle attività/movimenti temuti, e di ordinarli dal più al meno problematico. Confrontandoci con il soggetto decideremo in che modalità e secondo quali criteri iniziare ad approcciare l’attività che lui reputa meno “pericolosa”. Se durante l’attività si raggiunge l’obiettivo prefissato (esempio, 3 serie da 10 squat al 40% di 1RM senza peggioramenti del dolore), nella seduta successiva si può progredire (esempio, 4 serie da 10 squat al 40% 1RM), in caso contrario si farà un passo indietro modificando i parametri di partenza.
🧠 Il partire con obiettivi facilmente raggiungibili non è denigratorio nei confronti della persona o della sua condizione fisica poichè il superamento di questi pone la basi per un progressivo aumento della fiducia in loro stessi e della consapevolezza di poter superare la loro problematica.
Diego Martelli
1. Knapik A, Saulicz E, Gnat R. Kinesiophobia – introducing a new diagnostic tool. J Hum Kinet [Internet]. 2011/07/04. 2011 Jun;28:25–31
2. Osumi M, Sumitani M, Otake Y, Nishigami T, Mibu A, Nishi Y, et al. Kinesiophobia modulates lumbar movements in people with chronic low back pain: a kinematic analysis of lumbar bending and returning movement. Eur spine J Off Publ Eur Spine Soc Eur Spinal Deform Soc Eur Sect Cerv Spine Res Soc. 2019 Jul;28(7):1572–8.
3. Martinez-Calderon J, Flores-Cortes M, Morales-Asencio JM, Luque-Suarez A. Conservative Interventions Reduce Fear in Individuals With Chronic Low Back Pain: A Systematic Review. Arch Phys Med Rehabil. 2020 Feb;101(2):329–58
ADD COMMENT