New Life Palestra

Esperti in attività motoria, sport, benessere e salute

051 980958
Via XXV Aprile 30/A Crevalcore
Lun - Ven 8.00 - 21.00, Sab 8.30 - 13.00
Seguici
Image Alt

Palestra New Life di Stefano Forni

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E DOLORE

ESISTE UNA CORRELAZIONI DIRETTA TRA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E DOLORE ?
▪️
▪️
📙 Nello studio effettuato da Jensen et al. 1994 fu eseguita la risonanza magnetica in soggetti che non presentavano dolore alla schiena. Il 52% dei soggetti aveva almeno una anomalia per la quale si consiglia l’intervento chirurgico. Alla luce di questi risultati, gli autori hanno affermato che: “la scoperta mediante risonanza magnetica di rigonfiamenti o protrusioni nelle persone con lombalgia può essere spesso una coincidenza”
.
📘 In un altro studio effettuato dall’ortopedico James Andrews vennero scansionate le spalle di 31 lanciatori professionisti di baseball, sani e senza dolore, e vennero trovate alterazioni della cartilagine della spalla nel 90% dei partecipanti e anomalie alla cuffia dei rotatori nell’87%. Dopo questi risultati il medico pronunciò la famosa frase: “Se vuoi una scusa per operare la spalla di un lanciatore, esegui una risonanza magnetica”.
.
❓Come si spiega allora il fatto che nonostante ci sia la presenza di anomalie strutturali a carico dei tessuti, i soggetti testati non presentassero alcuna sintomatologia dolorosa?
.
⚠️ Non sono qui a dire che il danno tissutale non abbia niente a che fare con il dolore, sia chiaro. Questa è tuttavia l’ennesima prova di come il dolore risieda anche nel cervello e non solo nel corpo e che ci sono molte variabili che incidono sulla sua manifestazione oltre alla condizione dei tessuti.
.
📗 Nello studio di Graves et al. 2012 è stato riscontrato come le risonanze magnetiche siano associate ad una maggiore probabilità di invalidità. Aldilà dei trattamenti chirurgici non necessari che una cattiva interpretazione degli esami strumentali può dare, un aspetto spesso sottovalutato è che i risultati della risonanza magnetica possono agire come un nocebo (l’opposto del placebo) o altrimenti creare paure ed ansie che peggiorano il dolore e l’invalidità.
.
🔎 Nella pratica tutto questo viene tradotto in una maggiore attenzione alla FUNZIONALITÀ del corpo e capire PERCHÈ quel corpo ha deciso di muoversi ed organizzarsi in quel determinato modo per poi agire di conseguenza nel trattamento.
Diego Martelli
ADD COMMENT